Browse By

5 consigli per aprire un centro estetico

Prendere la decisione di avviare una propria attività non è mai una cosa semplice. Per chi ha preso l’idea di aprire un proprio centro estetico, ecco una serie di consigli che possono semplificare i passaggi da prendere in considerazione.

1. Scegliere un arredamento di qualità

Il primo punto da non sottovalutare, è quello di acquistare un arredamento funzionale ma che allo stesso tempo sia di ottima qualità. Affidarsi ad Ikea o ad altre aziende similari, non è detto che sia la scelta giusta per un investimento che deve avere un’ottima affidabilità nel tempo.

Per chi è alla ricerca di idee o un preventivo, le proposte degli arredamenti per centri estetici su elettrobeautysrl.it possono essere un ottimo punto di partenza. Tra le pagine del catalogo online, sono presenti sia accessori che parti di arredamento, così da trovare esattamente quello di cui si ha necessità.

2. Analizzare la richiesta di mercato

Uno dei punti più importanti da prendere in considerazione, è quello che riguarda l’offerta e la richiesta nella zona dove si vuole aprire la propria attività. Se sono presenti già un buon numero di centri estetici, che magari offrono nella maggior parte dei casi gli stessi servizi, è bene verificare quali sono le richieste dei clienti e soddisfare queste richieste senza risposta.

Senza analizzare cosa il mercato offre, è impossibile riuscire a comprendere nel migliore dei modi quali sono le esigenze della propria clientela.

3. Confrontare le offerte dei competitor

Una volta analizzato il mercato, è sempre opportuno valutare quali sono le offerte e proposte dei competitor per capire se si può fare di meglio. Un servizio di massaggi o di ceretta, se non eseguito nel migliore dei modi, permette ad un nuovo centro estetico di trovare fin da subito dei nuovi clienti. Fattore che permette fin dalle prime settimane di apertura di avere degli introiti.

4. Ritagliarsi la propria nicchia

Offrire dei servizi a 360 gradi non è sempre una delle proposte commerciali migliori che si possono seguire. In particolare se si è un piccolo centro e il numero di addetti non è considerevole. Specializzarsi in una nicchia di settore, permette di investire un minor capitale nell’arredamento del centro estetico e di riuscire ad offrire un servizio di maggior qualità allo stesso tempo.

Se si esegue solo la ricostruzione unghie ad esempio, specializzandosi in quella nicchia, non si ha la necessità di acquistare attrezzature non inerenti quel settore. Inoltre, si potrà investire il proprio tempo nell’approfondire la nicchia e incrementare le proprie competenze mediante corsi specializzati.

5. Essere consapevoli dei propri limiti

Una volta terminate le fasi iniziali di questa analisi, è bene sempre ricordarsi quali sono i propri limiti. Se il proprio capitale non è ingente, o non si dispone di molto personale, non ha senso aprire un centro estetico di grandi dimensioni.

Bisogna essere consapevoli di quali sono le proprie possibilità e quindi i limiti annessi. Fare degli investimenti azzardati, potrebbe rilevarsi una pessima azione per la propria liquidità e prosperità aziendale.

Aprire un’attività non è mai semplice, in particolare se ci si trova alla prima esperienza e non si ha nessuno con cui confrontarsi. Proprio per questo, avere partner commerciali in grado di fornire un valido supporto è sicuramente uno dei primi punti da prendere in considerazione.

Come detto in precedenza, elettrobeautysrl.it è una delle realtà migliori in Italia per la fornitura di arredamenti e accessori per i centri estetici.

Rispondi