Browse By

Croqqer: la piattaforma per i rapporti di buon vicinato

Croqqer per i rapporti di buon viicinato

Croqqer nasce in Italia il 1 ottobre 2015, come nuovo progetto di startup innovativa ad alto impatto sociale. È una community che attraverso la piattaforma on-line e l’App, collega i vicini di quartiere per condividere il loro tempo e talento.

L’idea nasce poiché le persone non sempre riescono a fare tutto ciò che vorrebbero per mancanza di tempo o di capacità. Altre persone, invece, hanno sia il talento che il tempo necessari. Croqqer si pone come obiettivo quello di migliorare la loro vita, aiutando i primi a soddisfare un bisogno e i secondi a mettere a frutto ciò che altrimenti sarebbe inutilizzato.

Inoltre è una delle prime cinque società in Italia, e al mondo al di fuori degli USA, a modificare il proprio statuto e la propria forma giuridica, per trasformarsi in una Società Benefit, ovvero una nuova forma giuridica d’impresa, introdotta in Italia dal 1 Gennaio 2016, che garantisce una solida base per allineare la missione e creare valore condiviso nel lungo termine.

In qualità di Società Benefit, Croqqer intente perseguire una o più finalità di beneficio comune e operare in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni e attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse.

Come chiedere aiuto grazie a Croqqer

Il motto di Croqqer è Technology Connects, Humanity Unites: la tecnologia aiuta a connettere le persone ma le relazioni umane sono il collante.
Ed è così che nasce l’idea di creare una piattaforma, un luogo dove le persone che hanno poco tempo o capacità per svolgere determinati servizi possono trovare qualcun altro vicino a se che ha sia i talenti che il tempo per aiutarle.

Su Croqqer chiunque può postare il proprio bisogno di aiuto, per lavori sia manuali (es: dipingere una stanza, montare un mobile, fare giardinaggio, la spesa o le pulizie, dog sitting, andare alla posta, falegnameria, riparare una bicicletta…) che intellettuali (es: lezioni, traduzioni, installare un computer, creare un sito web…) e scegliere 3 possibili modalità di gestione della transazione:

A) offrire in cambio un compenso, stabilito liberamente tra le parti
B) chiedere che l’aiuto venga offerto su base volontaria
C) chiedere che il rapporto sia regolato attraverso uno scambio (es. montaggio mobile in cambio di lezioni di Inglese).I lavori possono essere svolti sia a domicilio (es. personal care, baby sitting) che in remoto (es. servizi di traduzione).

Pubblicare una richiesta di servizio è gratuito. Una volta inserita la richiesta sul sito  www.croqqer.it , moderata da un team di Community Manager locali, si aspettano le risposte, si guardano i profili e le recensioni di chi offre il proprio tempo e talento (il ‘Croqqer), e si sceglie il Croqqer più adatto che svolgerà il lavoro.

Attualmente Croqqer è presente in Italia in più di 10 città, oltre che in Olanda, Belgio e a breve anche in Svizzera.

Per concludere vi forniamo due numeri che sono a dir poco straordinari: su circa 10.000 lavori svolti, più del 30% sono stati fatti su base volontaria. Le persone sono disposte ad aiutarsi anche volontariamente!

Scarica l’app di Croqqer per il tuo smartphone:

play-store
app-store

Rispondi

Piaciuto l'articolo?
Diventa nostro fan
Stai sereno su Facebook
 
Powered by Autience