Browse By

TFR: cos’è e come calcolarlo

TFRIl TFR, trattamento di fine rapporto, può essere definito come una retribuzione salariale differita, che viene versata dal datore di lavoro nel momento si interrompe il rapporto di lavoro dipendente.

Il TFR può essere percepito generalmente in quattro situazioni

  • In caso di dimissioni volontarie: quando il lavoratore decide di lasciare volontariamente il posto di lavoro, sia per motivazioni personali, sia professionali (perché ha trovato un nuovo lavoro a condizioni economiche migliori) o per qualsiasi altro motivo.

  • In caso di licenziamento individuale: quando il datore di lavoro licenzia un proprio dipendente per qualsiasi giustificato motivo

  • In caso di licenziamento collettivo: quando avviene un licenziamento di una parte del personale o di tutti i dipendenti a causa di riorganizzazione o chiusura aziendale.

  • In caso di pensionamento: si tratta del caso più comune, consiste nella piena cessazione del rapporto di lavoro.

Come calcolare il TFR

Il TFR si calcola tenendo conto della retribuzione annua lorda, inserendo nel conteggio tutti gli stipendi lordi compresi tredicesime, quattordicesime, premi produzione per arrivare allla retribuzione totale relativa all’anno fiscale. Il TFR può essere versato dall’azienda o dall’ente pubblico o statale con una cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale. Il versamento scatta automaticamente se si lavora per almeno 15 giorni, durante il primo o l’ultimo mese di impiego.

Facciamo un esempio per calcolare quanto vale il Tfr, ipotizzando che la retribuzione annuale per il 2013 sia stata di 25mila euro. La quota di Tfr maturata 2013 al lordo del contributo Inps: sarà pari a 25mila euro diviso 13,5 = 1.851,85 euro.  La quota annua del contributo Inps (a carico del datore di lavoro) è pari a 25mila x 0,5% =125 euro. La quota di Tfr per il 2013 al netto del contributo Inps sarà, quindi, data da 1.851,85 euro – 125 euro = 1.726,85 euro.

Ogni anno il fondo accantonato deve essere rivalutato dal datore di lavoro sulla base degli indici Istat.

One thought on “TFR: cos’è e come calcolarlo”

  1. Pingback: TFR nella previdenza complementare: vantaggi per tutti
  2. Trackback: TFR nella previdenza complementare: vantaggi per tutti

Rispondi

Piaciuto l'articolo?
Diventa nostro fan
Stai sereno su Facebook
 
Powered by Autience