Browse By

Crowdfunding: cos’è e come funziona

crowdfundingIl crowdfunding è uno strumento efficace per finanziare e sostenere idee e progetti d’impresa. È un fenomeno che si è diffuso negli ultimi cinque-dieci anni. La parola è formata dai termini “crowd”, “folla” e “funding”, “finanziamento” . Si tratta di un vero e proprio nuovo approccio alla raccolta fondi nell’era digitale.

Le motivazioni principali della sua repentina diffusione dipendono dalla crescente diffusione dei social media: il crowdfunding viene utilizzato tramite gli strumenti disponibili su Internet per la raccolta di capitale, in modo particolare da comunità con interessi comuni al fine di finanziare un’iniziativa imprenditoriale

I social media come innovazione nella raccolta fondi tramite crowdfunding

La più importante innovazione introdotta dal crowdfunding è senza dubbio il tipo di utilizzo degli strumenti informatici disponibili in questo momento storico, caratterizzato da cambiamenti repentini e continui.
Inoltre, la potenzialità dei social media di coinvolgere un enorme numero di persone, costituisce il fulcro, su cui si basano le attività orientate a ottenere un finanziamento attraverso una campagna di crowdfunding.

Le piattaforme italiane di crowdfunding

  • SiamoSoci è un mercato dove gli investitori possono trovare il progetto più interessante da finanziare. Attraverso questa piattaforma, le aziende non quotate possono raccogliere capitali da investitori privati per realizzare i loro progetti. Si tratta di una piattaforma appartenente al modello holding o modello veicolo dove si crea una cooperativa fittizia che unisce i singoli finanziatori, accorpandoli in entità legali che investono nei progetti, nonostante la legislazione italiana sul crowdfunding non favorisca questo modello di piattaforma.
  • Eppela è stata fondata nel 2011 e finanzia progetti innovativi nei settori delle nuove tecnologie, delle arti e del design, del no profit e dell’innovazione sociale. Si tratta della piattaforma reward-based più affermata in Italia: in questo caso viene fissato un target in euro per finanziare il progetto; se la somma viene raggiunta entro una scadenza prefissata, si ottengono i singoli finanziamenti, altrimenti la campagna si considera fallita e le transazioni non avvengono.
  • Starteed, messa online nel 2012 e nata da un’idea di Claudio Bedino, è una piattaforma di crowdfunding che oltre a finanziare idee e progetti personali, fornisce anche un supporto di carattere sociale, grazie a una propria community. Oltre alla campagna di crowdfunding vera e propria, su questa piattaforma è possibile curare anche le successive fasi di sviluppo e di vendita del prodotto, con la possibilità di vendere anche quello stesso prodotto agli altri utenti della piattaforma stessa. In questo caso i finanziatori sono incentivati a partecipare attraverso la possibilità di ottenere un ritorno economico reale.
  • Kapipal, fondata nel 2009, si auto definisce un sito per raccogliere soldi online ovvero una piattaforma generalista che permette di finanziare qualsiasi tipo di progetto, inclusi quelli di carattere personale come matrimoni e compleanni. Kapipal è diffusa a livello internazionale e non richiede commissioni sui progetti.
  • Produzioni dal Basso (PdB), prima piattaforma italiana, nata nel 2005 da un’idea di Angelo Rindone, ha lo scopo di promuovere progetti attraverso il sistema delle produzioni dal basso. Si tratta di una piattaforma gratuita che viene gestita autonomamente, senza l’intervento di intermediari.

One thought on “Crowdfunding: cos’è e come funziona”

  1. Pingback: Grazie al crowdfunding risorge il mulino a pietra di San Floro
  2. Trackback: Grazie al crowdfunding risorge il mulino a pietra di San Floro

Rispondi

Piaciuto l'articolo?
Diventa nostro fan
Stai sereno su Facebook
 
Powered by Autience